Staranzano, 17ª edizione del 3° millennio





Riccardo Marchesan

Sindaco di Staranzano

Siamo giunti allo storico appuntamento con la ultracentenaria Sagra de le Raze, momento culminante e conclusivo delle sagre estive, che negli anni ha saputo ritagliarsi una considerazione a livello regionale, atteso, quindi, non solo dai cittadini di Staranzano e della comunità bisiaca, ma anche da molti cittadini della regione e non solo. La Sagra de le Raze è una vetrina speciale che in questi anni ha saputo distinguersi per la ricercata e qualificata partecipazione di artisti di fama nazionale e internazionale e per la tradizionale e singolare ricetta della Raza (Mazurin). Numerosi sono gli intrattenimenti, oltre che musicali, anche culturali e ricreativi, tra cui la Festa de ll’Uva con la partecipazione degli amici della comunità di Renče, e il momento culminante del Festival degli artisti di strada. Se la Sagra de le Raze continua anno dopo anno è grazie al lavoro del Comitato Organizzatore e alla collaborazione delle Associazioni e di molti volontari: i ringraziamenti vanno dunque a loro che con il prodigarsi quotidiano, mettendo a disposizione il proprio tempo libero, consentono la realizzazione di questo evento; ai concittadini per il loro coinvolgimento e partecipazione nelle varie manifestazioni. Infine rinnovo un grazie particolare e sentito a coloro che vivono nel centro del paese e accettano il disagio con spirito di servizio alla comunità. Rivolgo un festoso saluto a nome dell’Amministrazione Comunale a tutti i visitatori e turisti dando il benvenuto a Staranzano paese della “bisiacaria” augurando: Buona Sagra!

Roberto Battistutta

Coordinatore comitato organizzatore
Benvenuti a voi tutti che venite a trovarci in questo paese in festa dove per 15 giorni si svolgerà una delle manifestazioni piu importanti della Regione.Siamo giunti alla 17°edizione del 3°millennio, grazie alle associazioni di Staranzano che sono il fulcro e l’anima di questa manifestazione, che io ringrazio per il loro impegno e dedizione. Il comitato organizzatore che rappresento si prodiga da mesi per raggiungere l’obiettivo, senza dimenticare i sani principi della sagra, dando il massimo per offrire una manifestazione di qualità. Va ricordata la collaborazione dell’amministrazione comunale e della BCC di Staranzano e Villesse, sempre vicini alle nostre proposte. Ringrazio anche la Regione, la Provincia e tutti gli altri sponsor, enti commerciali ed aziende. Anche Quest’anno ci saranno dei piccoli cambiamenti con l’intento di rendere più piacevoli e interessanti le vostre serate sia musicalmente che culturalmente, senza dimenticare la raza che resta ovviamente il nostro piatto tipico. Facendovi coinvolgere dall’allegria. Buon divertimento a tutti!!.

Carlo Antonio Feruglio

Presidente BCC Staranzano e Villesse

C’è un legame antico che unisce la Sagra de le Raze e la Bcc di Staranzano e Villesse. Sarebbe riduttivo chiamarlo storico, solo perché entrambe ultracentenarie. Le datazioni non possono spiegare questo stretto vincolo con una manifestazione che è espressione genuina di una cittadina e della sua gente che festeggiava la fine dell’estate, la raccolta delle messi e dell’uva, che accoglieva anche ospiti da fuori perché era momento di caccia ai “mazurini”, i germani reali allora numerosi in questo periodo alle foci dell’Isonzo. E dall’altra, la nostra banca, sorta proprio 120 anni fa come “Cassa Rurale di Prestiti e Depositi” con quella stessa gente e per quella stessa gente. Una lunga vita assieme e in comune questo continuo crescere, trascorrendo da un mondo semplice e agricolo a quello contemporaneo, così complesso e tecnologico, così diverso dagli inizi. Un percorso che ci vede ancora vincenti e protagonisti. La Sagra che ha assunto ormai respiro regionale, la Banca diventata una delle principali del Friuli Venezia Giulia, con i suoi diciannove sportelli, citata da affermate riviste nazionali come modello di sicurezza e tutela per i clienti. Un binomio, il nostro, destinato a durare ancora. Un plauso agli organizzatori, un augurio di buon divertimento a quanti parteciperanno alla sagra con l’invito ai gentili visitatori di cogliere questa occasione per conoscere ancor di più questo nostro straordinario territorio.



Andrea Corà

Assessore all'associazionismo
Sagra de le Raze: tutto il paese la chiama così, l’atteso appuntamento di fine estate, che si rinnova ogni anno nella tradizione e nel proporre eventi di rilievo per allietare il fine estate di una comunità che si ritrova nel proprio paese a far festa. Le molteplici iniziative proposte dal programma fanno sì che diventi quasi una consuetudine darsi appuntamento “in sagra”, richiamati da spettacoli per tutte le età. Un grazie di cuore alle associazioni che con il loro prezioso lavoro rendono la festa un punto di richiamo per il nostro territorio, capace di attirare gente da tutta la regione. Un lavoro che permette alle associazioni di assicurare, con le proprie attività sociali proposte durante tutto l’anno, la ricca proposta ricreativa e associazionistica di Staranzano. Una sagra “virtuosa” che è attenta all’ ambiente, con un impatto ambientale ridotto grazie all’uso di materiali compostabili, che invita tutti a prestare la massima attenzione al giusto conferimento nei contenitori differenziati collocati presso ogni stand. Non rimane che invitare tutti a degustare la “Raza” in tutte le varianti proposte dalle cucine, a giocare la tombola sperando nella fortuna e ad apprezzare della buona musica! Buon divertimento a tutti